CMS

Benvenuto Evans – Il Nuovo WordPress 4.8

Il nuovo WordPress 4.8 è stato finalmente rilasciato e, come di consueto, è stato dedicato ad una celebrità nel mondo della musica: William John Bill Evans, pianista e compositore statunitense.

Un video per i curiosi:

 

Le novità di WordPress 4.8

Diverse le novità per questa nuova versione, specialmente relative a nuovi widget.

WordPress 4.8 Nuovi Widget

 

Widget Immagine

Sarà finalmente possibile inserire delle immagini senza dover ricorrere ai tag HTML.

Utilizzando la conosciuta interfaccia WordPress sarà possibile anche modificare, tagliare e ridimensionare le immagini a vostro piacimento.

 

Widget Audio

Potrai far ascoltare agli utenti del tuo sito web i tuoi podcast, musica o altri contenuti audio con un semplice click.

 

Widget Video

Con un’interfaccia molto simile al Widget Audio, aggiungere video di presentazione sarà molto più facile.

Semplicemente fai l’upload del video nella tua libreria e collegalo tramite il widget.

Attenzione però! Con la versione 4.8 i formati WMV e WMA (Windows Media Video e Audio) non sono più supportati, in quanto necessitano il plugin Silverlight.

Per leggere in dettaglio la modifica e ripristinare il supporto ai due formati, continuate sulla documentazione ufficiale.

 

Widget di Testo

Anche scrivere testo in grassetto, corsivo e inserire link è diventato molto più facile con il nuovo widget di testo.

Lo stesso sistema Rich-Text che viene utilizzato per l’inserimento di post e pagine, è stato riproposto nel widget di testo.

 

Modifica dei Link

Quante volte vi è capitato di dover modificare il testo associato ad un link e di trovarvi più parole linkate rispetto a quello che volevate? Ora WordPress è diventato molto più bravo a delimitare il testo del link, evitando così dei link lunghissimi.

 

Eventi WordPress vicino a te

Nella Dashboard ora potrai vedere gli eventi WordPress più vicini a te per rimanere sempre in contatto con la community.

Nello stesso pannello potrai consultare le ultime notizie relative a WordPress e tenerti aggiornato sugli sviluppi della piattaforma.

Read more
Web Marketing

Marketing Agile, Cos’è e Perché Usarlo

Probabilmente hai già sentito parlare dello sviluppo agile per software e applicazioni web, più recente, invece, è il concetto di marketing agile.

Che cos’è il Marketing Agile?

Il marketing agile nasce dall’applicazione della metodologia Agile alle tecniche di marketing tradizionali, in modo da poter andare incontro alle esigenze di un mercato che richiede degli aggiustamenti sempre più frequenti e rapidi.

Google, Bing, Facebook e molti altri aggiornano i loro servizi diverse volte nello stesso anno. Per questo motivo è necessario poter adattare la propria strategia di marketing in tempi rapidi.

Read more
User Experience

Alix, l’estensione che migliora l’accessibilità della tua pagina

Alix è un’estensione per il browser Google Chrome che ti aiuta a migliorare il codice HTML delle tue pagine web con dei semplici consigli sull’accessibilità.

Al momento è disponibile solo in lingua inglese e francese, ma l’interfaccia è talmente intuitiva che non sarà un problema utilizzarla.

Per l’installazione è sufficiente navigare sul sito ufficiale dell’estensione e cliccare la voce “Install Alix for Chrome”.

 

Come Funziona Alix

La tipologia di avvisi da ricevere si divide in 3 categorie:

  • Obsolete Stuff
  • Warnings
  • Errors

Per Obsolete Stuff, si intendono tutti quei tag o attributi ormai obsoleti e non più supportati, che devono essere sostituiti da nuovi codici.

I warnings sono, invece, avvisi legati a problemi minori come tag e attributi vuoti.

Infine, gli errors, i più gravi, sono avvisi su potenziali problemi della pagina che potrebbero anche causare rallentamenti o situazioni di instabilità.

In basso a sinistra, un piccolo box ti mostrerà il numero di avvisi per ognuna delle tre categorie, così da darti un’idea su quanto ci sia da fare.

I vari elementi della pagina verranno riquadrati dall’estensione nel colore corrispondente al problema: blu per quelli obsoleti, giallo per i warnings e rosso per gli errori (errors).

Scorrendo su ogni elemento potrai leggere in alto il problema riscontrato da Alix.

 

Testiamo Alix

Ecco un esperimento fatto sulla home page del sito repubblica.it.

Sempre il box in basso, ci mostra come il sito sia aggiornato con 0 elementi obsoleti, tuttavia ci sono diversi warnings ed errors.

Nel caso specifico, il consiglio che ci viene dato è “<figure> needs [role=’group’] to improve his accessibility“. Infatti, per i requisiti WCAG sull’accessibilità, il tag <figure> deve possedere l’attributo [role=’group’].

Con questo semplice tool potrai sistemare quei problemi di accessibilità importanti per scrivere del codice pulito.

Se hai provato Alix e vuoi condividere la tua esperienza commenta qui sotto o scrivimi per maggiori informazioni.

Read more
CMS

7 Errori Comuni nei Siti in WordPress

WordPress è il sistema più utilizzato per la creazione di siti web. Grazie alla sua versatilità può adattarsi sia alle esigenze di un sito web aziendale sia a quelle di un blog e persino a quelle di un e-commerce.

Tuttavia, alcuni errori in fase di pianificazione e impostazione possono limitarne le potenzialità e, di conseguenza, il tuo rendimento sul web.

Vediamo insieme gli errori più frequenti.

1 – Scegliere un Web Hosting inadeguato

L’hosting è lo spazio remoto dove risiederà il tuo sito web. Lo puoi considerare come la casa del tuo sito che, quindi, deve essere delle giuste dimensioni.

Se ti rivolgi ad un pubblico italiano (e magari non mastichi l’inglese), ti consiglio di scegliere un fornitore di servizi italiano. In questo modo per qualunque evenienza potrai parlare comodamente con l’assistenza clienti.

L’ideale sarebbe acquistare un dominio con hosting condiviso Linux di fascia media (qualunque opzione superiore/aggiuntiva ovviamente andrà bene ma sarà anche più costosa).

 

2 – Non tenere il proprio sito aggiornato

Un sito web ha bisogno di attenzioni. Creare un sito e lasciarlo a sé è il miglior modo per sprecare i propri soldi. Del resto se hai una vetrina e non la curi non puoi pensare che eventuali visitatori ne rimangano sempre impressionati.

Fortunatamente per aggiornare WordPress è sufficiente controllare la sezione Bacheca-> Aggiornamenti e da lì aggiornare il core di WordPress, i plugin e i temi.

Al contempo è anche importante aggiornare i contenuti, i tuoi visitatori torneranno più spesso e tu ne guadagnerai in visibilità.

 

3 – Non fare regolari backup

I backup sono una di quelle cose di cui senti la necessità solo quando ti serve, peccato che a quel punto sia troppo tardi.

Oltre al servizio offerto probabilmente dal tuo provider, esistono anche dei plugin creati specificatamente per WordPress come BackWPup, gratuito, che ti permette di pianificare i backup e salvarli dove preferisci (ad esempio Dropbox), così da non doverci pensare più.

 

4 – Tenere il default admin username

La pigrizia spesso ci porta a mantenere tutte le impostazioni che il sistema ci dà come default. In questo caso però rischieremmo problemi legati alla sicurezza.

E’ raccomandabile, quindi, scegliere sempre un nome utente diverso rispetto allo standard “admin”, per evitare che qualcuno possa rubarci gli accessi al pannello di controllo. Sempre per questioni di sicurezza, sarebbe meglio dare un nome diverso alle tabelle del database (rispetto al wp_ di default).

 

5 – Mantenere Plugin inutilizzati

Non eliminare plugin che abbiamo installato e che non usiamo più è doppiamente controproducente.

Primo, è uno spreco di spazio e di risorse. Se non li usiamo più e non dovremo usarli successivamente non ha alcun senso tenerli. Lasciamo spazio per altri plugin o altre risorse.

Secondo, può anche essere un problema per la sicurezza, infatti il nostro sito potrebbe essere attaccato sfruttando delle falle presenti in questi plugin disattivati e non più aggiornati.

Due ottime ragioni per eliminare tutto ciò che non si usa.

 

6 – Non utilizzare un tema mobile-friendly

Il tanto atteso sorpasso del mobile sul computer è finalmente avvenuto. Ormai tutti i siti devono essere pensati sia per il computer, sia per i tablet, sia per gli smartphone.

Assicurati che il tuo sito web si veda correttamente su tutti i diversi dispositivi (almeno per le risoluzioni e i browser più utilizzati), altrimenti rischi di precluderti un’importante fascia di mercato.

 

7 – Non sfruttare i permalink (o cambiare i link di default)

I permalink sono essenziali per fare sì che i tuoi link siano facili da leggere e diano tutte le informazioni utili ai motori di ricerca per essere correttamente indicizzato.

Senza settarli ti ritroveresti dei link del tipo “http://tuodominio.it/?p=123”, senza alcun significato per l’utente e il motore di ricerca.

Se ti è piaciuto l’articolo o vuoi sapere in dettaglio qualche punto che ho trattato commenta o contattami via email!

Read more
  • 1
  • 2
Back to Top