Come Chiedere a Google di Reindicizzare una Pagina

Reindicizzare una pagina su Google

Dopo aver cambiato il design di un sito web o aver aggiornato il contenuto di una pagina, il primo desiderio è sempre quello di vederla indicizzata su Google, il più importante motore di ricerca, ma come si può chiedere a google di reindicizzare una pagina già presente nel proprio database?

Vediamo in questo articolo 2 metodi per raggiungere il nostro obiettivo.

Premetto che:

1) Usare questi due metodi non porta ad una reindicizzazione immediata né tantomeno garantisce alcunché.
Google ha i suoi meccanismi di funzionamento e, nonostante questi metodi siano suggeriti da Google stesso nella guida ufficiale per i webmaster, non dà alcuna indicazione sulle tempistiche di reindicizzazione delle pagine inviate.

Personalmente, ho sempre notato una reindicizzazione più veloce, spesso in meno di 24 ore, anche se servirebbe uno studio più approfondito per capire quale sia il reale effetto.

2) Anche se non farete nulla, se la pagina che volete reindicizzare è ben linkata all’interno del vostro sito o se riceve backlink da altri siti, Google la reindicizzerà.
Potrebbe servire più tempo, ma basterà solo aspettare.

Questo vale specialmente per coloro che hanno siti medio-grandi e che, ovviamente, non possono manualmente segnalare a Google un sito o una pagina tutte le volte che un contenuto viene aggiornato.

Vediamo, invece, per chi vuole essere attivo, cosa si può fare per chiedere a Google di reindicizzare una pagina del nostro sito web.

Essenzialmente i metodi sono 2:

  1. Si può chiedere di reindicizzare una pagina tramite la Google Search Console con la “Richiesta di indicizzazione
  2. Si può inviare una Sitemap aggiornata a Google

Vediamo il primo, più semplice ed immediato.

 

Reindicizzare una Pagina tramite Google Search Console

Requisito fondamentale di questo metodo è, ovviamente, aver registrato il sito web come proprietà in Google Search Console, così da poter sfruttare questa opzione.

Se non l’avete ancora fatto, lo consiglio fortemente perché potrete vedere molti dati interessanti sul vostro sito web (al di là di questa specifica opzione per la reindicizzazione).

A questo punto colleghiamoci al sito della Search Console, assicurandoci di essere nell’account con cui si è registrato il sito.

Clicchiamo sul nome del sito per aprire la schermata relativa ai suoi dati di ricerca e di scansione da parte di Google.

In questo tutorial farò ancora riferimento nelle immagini alla vecchia grafica sia per il metodo 1 che per il metodo 2. La nuova interfaccia (che personalmente mi piace) non è ancora in una versione stabile e potrebbe subire diversi cambiamenti.

Ora che siamo nella pagina di Search Console dedicata al nostro sito clicchiamo sulla voce Scansione e, nel menù a tendina che apparirà, sulla voce Visualizza come Google.

Nella nuova pagina che si sarà aperta, inseriamo il link nell’unico campo possibile e clicchiamo su Recupera (Recupera e Visualizza permette di vedere la pagina come Google Bot, ma nel nostro caso non è necessario).

Una volta terminato il processo di recupero da parte della Search Console clicchiamo sul pulsante “Richiesta di indicizzazione“.

Apparirà un popup, confermiamo di non essere un robot e scegliamo se reindicizzare solo la pagina inviata oppure la pagina inviata e i link diretti. Clicchiamo su Vai e la procedura è terminata.

Google è stato avvisato, ora dovremo solo aspettare che indicizzi la nostra pagina!

Reindicizzare una Pagina tramite Sitemap

Il secondo metodo consiste nell’inviare la sitemap del proprio sito a Google per informarlo dei cambiamenti effettuati.

Creare una sitemap è molto semplice, se avete WordPress esistono vari plugin, come Seo Yoast, che la creano automaticamente, altrimenti potete usare servizi gratuiti online come XML Sitemaps.

E’ possibile inviare la sitemap del proprio sito in 3 modi differenti:

  1. Utilizzando nuovamente la Search Console
  2. Inviando a Google una richiesta GET
  3. Specificando l’indirizzo della sitemap nel file robots.txt

Le opzioni 2 e 3 non hanno bisogno di molte spiegazioni oltre a quelle fornite dalla guida ufficiale sopra linkata, per questo motivo mi concentrerò solo sulla prima.

Assicuriamoci di essere nuovamente nella dashboard della Google Search Console (interfaccia vecchia).

Clicchiamo, ancora una volta, su Scansione e poi su Sitemap.

La pagina che si apre mostrerà tutti i dati relativi alle sitemap che avete inviato, quando è stata elaborata l’ultima volta, quante pagine sono indicizzate e così via…

In alto a destra c’è un pulsante rosso “Aggiungi/Testa Sitemap“, cliccandolo si aprirà un piccolo pannello con un campo, dove inseriremo il link della sitemap del nostro sito.

Clicchiamo sul pulsante Invia (Verifica serve solamente a rilevare la presenza di errori o meno nella sitemap) e il gioco è fatto.

Sia chiaro che questi due metodi non sono esclusivi.
Utilizzarne uno, non preclude l’utilizzo dell’altro, potete tranquillamente usarli entrambi allo stesso momento.

Questi sono i metodi più semplici ed efficaci per minimizzare il tempo di reindicizzazione di una pagina su Google.

Se avete delle domande, volete chiarimenti o aggiungere qualsiasi cosa commentate in fondo al post oppure scrivetemi un email tramite il form contatti

Potrebbero Interessarti anche Questi Articoli

Qualche Info sull'Autore: Web Assistente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *